Come una tartaruga può insegnarti a superare le tue paure

superare le paure

“Posso aiutarti a superare le tue paure…ecco come!”

Ti è mai capitato di rinunciare di fare qualcosa, di vedere qualcuno o di vivere un’esperienza diversa dal solito, per la paura delle conseguenze che le tue azioni avrebbero potuto avere?

Quante volte ti sei fatto bloccare da quelli che, nella tua testa, sono i tuoi limiti?

Non appena intravedi la possibilità di qualcosa di piacevole, ma che va oltre la tua zona di comfort, quella vocina fastidiosa nella tua mente incomincia a scoraggiarti…

“non sono in grado di ottenere quel lavoro, non ho abbastanza esperienza, inutile che mi candidi”
“sono troppo timido per affrontare un discorso in pubblico, non ce la farò mai a parlare davanti a quelle persone”
“non sono abbastanza attraente per fare colpo su quel ragazzo”

…in questo modo, quelli che credi siano i tuoi limiti, possono impedirti di vivere la vita che meriti! 🙁

Ma allora, come puoi evitare di farti mettere i bastoni tra le ruote dalle tue convinzioni limitanti? Come riuscire ad ottenere quello che vuoi veramente dalla vita?

In questo articolo ti parlerò di come una tartaruga mi abbia ispirato nel definire un metodo pressoché infallibile per farlo. Un metodo che puoi applicare anche tu per cercare di superare le tue paure e lanciarti nella vita!

Se ti ho incuriosito abbastanza…continua nella lettura! 🙂

Come superare le paure inforcando una maschera da snorkeling

Prima di spiegarti quello che ho scoperto e come puoi applicarlo anche tu, voglio raccontarti una storia…

L’estate scorsa mi trovavo con mia moglie Federica sulle piccole isole malesi delle Perenthian. Se non le conosci, posso assicurarti che si tratta di uno dei tratti di mare più belli del mondo.
Fare snorkeling in queste zone significa entrare in un acquario ogni volta che si infila la testa sott’acqua. Un vero spettacolo!

Il resort dove alloggiavamo gode di una posizione piuttosto privilegiata. La sua spiaggia, fatta di finissima sabbia bianca, ha una particolarità che attira i bagnanti da tutti gli angoli della piccola isola.

Vuoi sapere di che particolarità sto parlando? Te lo spiego subito…

Di tanto in tanto, alcune tartarughe marine si radunavano per qualche minuto a 100/150 metri dal nostro bagnasciuga.
Inforcati maschera e boccaglio, raggiungere a nuoto il punto di ritrovo delle vecchie testuggini significava godere di uno spettacolo unico e incantevole!

Con un po’ di fortuna, le tartarughe più audaci salivano velocemente in superficie. Regalando così ai presenti la magia di nuotare insieme a questi bellissimi animali in un mare incantato.

“Ok, Vince, bella storia: ma spiegami come può una tartaruga insegnarmi a superare le mie paure!

Hai ragione, ci arrivo tra pochissimo! Prima, lascia che ti racconti ancora qualcosa di questa storia…

Devi sapere che Federica è una buona nuotatrice in grado di affrontare escursioni di snorkeling in mare aperto. Però, ha paura di allontanarsi a nuoto dalla riva per più di qualche metro.
La spaventa il fatto di non sentire più il contatto con la sabbia sotto i suoi piedi e il vedere la riva allontanarsi dalla sua vista. Rimane bloccata come se ci fosse una linea immaginaria invalicabile nella sua mente.

Ti potrebbe piacere anche:  Come eliminare le convinzioni limitanti: esercizio pratico in 3 passi

Questo le ha impedito, per un paio di giorni, di godere della bellissima piattaforma/trampolino ancorata a un centinaio di metri dal bagnasciuga, che io invece raggiungevo puntualmente per sdraiarmi al sole ed esibirmi in tuffi rinfrescanti!

Ora dimmi: stai cominciando a unire i puntini per svelare il mistero della tartaruga magica? 🙂 Ti do un altro aiuto…

Qualche giorno dopo il nostro approdo sull’isola, ecco una delle apparizioni delle nostre amiche tartarughe!
Come ci siamo accorti del loro arrivo? Dal capannello di barchette e giubbetti di salvataggio che si poteva scorgere distintamente dalla riva!

Senza pensarci due volte, ho inforcato velocemente la mia maschera da snorkeling pronto a scattare verso il profondo blu; prima di correre verso l’acqua,  mi sono girato verso mia moglie, supplicandola di seguirmi per godersi quello spettacolo!

Il capannello, però, era ben oltre la piattaforma che si era sempre rifiutata di raggiungere nei giorni precedenti. Ma come resistere al fascino della nuotata con la tartaruga?!

Chi pensi abbia avuto la meglio: la paura dei propri limiti o la gioia della ricompensa?

Come pensi sia andata a finire? Nel giro di un paio di minuti abbiamo raggiunto insieme quel meraviglioso spettacolo della natura. Difficilmente avremo la fortuna di rivivere uno spettacolo del genere!

 

Per superare le tue paure pensa alla ricompensa che otterrai

Ecco allora il punto cruciale. Mia moglie Federica ha sconfitto la sua paura grazie al pensiero di quello che avrebbe trovato e vissuto alla fine della nuotata.

Il pensiero di vivere un’esperienza irripetibile l’ha spinta, inconsciamente e nel giro di pochi secondi, a considerare la paura semplicemente per quello che è. E cioè una condizione mentale che può essere superata con le giuste motivazioni!

Questo episodio mi ha fatto riflettere e, come mio solito, ho cercato di ricavarne una lezione da poter spendere nella vita di tutti i giorni!
Sono arrivato alla conclusione che si possono superare le paure focalizzandosi sul risultato finale che ci si aspetta di ottenere!

Allora, la prossima volta che ti capiterà di pensare di non essere all’altezza di un certo lavoro o di una certa persona, focalizza la tua attenzione sui benefici e la soddisfazione che otterresti se riuscissi, al contrario, ad avere quel lavoro o quella persona!

Ti posso assicurare che il solo pensiero ti darà la carica e gli stimoli giusti per affrontare e superare le tue paure!

Ora che hai scoperto il segreto della tartaruga marina per superare le tue paure, mi piacerebbe che lasciassi un commento. Quali paure vuoi superare e per raggiungere quale obiettivo?

coach vince newsletter